Stati Uniti – Inflazione in calo a settembre

I prezzi al consumo calano in settembre della maggior misura dallo scorso novembre, riflettendo le riduzioni nei prezzi dell’energia. L’indice dei prezzi al consumo perde lo 0.5 per cento nel mese, dopo l‘incremento dello 0.2 per cento di agosto. Al netto di alimentari ed energia, l’indice cresce per il terzo mese dello 0.2 per cento. Quest’ultimo dato evidenzia il maggior incremento annuale dei prezzi core in un decennio, suggerendo che il rallentamento dell’inflazione sarà graduale. Nel corso degli ultimi 12 mesi i prezzi al consumo headline sono cresciuti del 2.1 per cento, dal 3.8 per cento di agosto. Il minor incremento riflette il calo nei prezzi dell’energia rispetto a settembre 2005, cioè l’effetto-confronto causato dall’uragano Katrina. I prezzi core crescono del 2.9 per cento tendenziale, dopo il più 2.8 per cento di agosto.
Le stime di consenso erano poste a meno 0.3 per cento mensile per l’indice headline, e dello 0.2 per cento per l’indice core.
Un rapporto separato emesso dal Dipartimento del Lavoro mostra un incremento dei salari medi settimanali pari in settembre all’1 per cento annuale.
Con il dato di settembre, l’incremento trimestrale annualizzato dei prezzi al consumo scende allo 0.8 per cento, mentre nei primi nove mesi dell’anno l’incremento annualizzato è pari al 3.4 per cento, rispetto al 5.2 per cento dei primi nove mesi del 2005. I prezzi core stanno crescendo del 3 per cento rispetto al 2 per cento dello stesso periodo dello scorso anno.
Tra le componenti dell’indice, i prezzi dell’energia calano del 7.2 per cento nel mese, per effetto di un calo del 13.5 per cento nel costo delle benzine. I prezzi degli alimentari, che pesano per circa un quinto dell’indice, crescono dello 0.3 per cento, da 0.4 per cento di agosto. I costi per l’abitazione, che includono alcuni costi per l’energia e rappresentano un terzo dell’indice, crescono dello 0.3 per cento, mentre la categoria disegnata per tracciare i prezzi degli affitti aumenta per il secondo mese dello 0.3 per cento. Le tariffe aeree calano del 2.3 per cento, i prezzi dei veicoli nuovi dello 0.1 per cento. L’ascesa dei prezzi degli affitti, che rappresentano circa il 40 per cento dell’indice core, hanno contribuito al rialzo dell’inflazione poiché la minore convenienza all’acquisto degli immobili ha reso più attraente l’affitto.

Annunci