Stati Uniti – Tassi invariati, la posizione del Fomc

La Fed lascia invariati i tassi d’interesse al 5.25 per cento. Nel testo dello statement si sostiene che il rallentamento della crescita economica avvenuto nel corso dell’anno, in parte causato dal raffreddamento del settore immobiliare, rende probabile una prosecuzione dell’espansione “a passo moderato”. Anche le pressioni inflazionistiche sembrano destinate ad un’attenuazione nel corso del tempo, malgrado le elevate letture dell’inflazione core ed i livelli di utilizzo della capacità produttiva, e ciò grazie alla riduzione dei prezzi dell’energia, al contenimento delle aspettative inflazionistiche, agli effetti cumulati delle azioni restrittive di politica monetaria.
Ciò malgrado, il Comitato ritiene che alcuni rischi inflazionistici restino in essere. La portata ed il timing dell’eventuale ripresa dell’azione restrittiva di politica monetaria dipenderanno dai prossimi dati macroeconomici, e dall’evoluzione delle prospettive di crescita ed inflazione.

Annunci