Stati Uniti – In settembre crescono redditi e risparmio

In settembre, la spesa per consumi personali è cresciuta ed i redditi sono aumentati del massimo in tre mesi, suggerendo che l’economia ha terminato il terzo trimestre a buon passo. La crescita dello 0.1 per cento nella spesa per consumi personali ha fatto seguito all’aumento dello 0.2 per cento in agosto, che è risultato maggiore della prima stima. I redditi sono cresciuti dello 0.5 per cento, mentre la misura di prezzi preferita dalla Fed è parimenti decelerata. Le previsioni ipotizzavano un incremento della spesa pari allo 0.2 per cento. L’indice della spesa per consumi personali al netto di alimentari ed energia è cresciuto dello 0.2 per cento dopo il più 0.3 per cento del mese precedente, e del 2.4 per cento su base annuale, da 2.5 per cento in agosto. La Fed, per bocca del proprio presidente Bernanke, ha più volte affermato di trovarsi a proprio agio con una variazione annuale compresa tra 1 e 2 per cento.

I redditi personali sono cresciuti in settembre dello 0.5 per cento, dallo 0.4 per cento di agosto, ed oltre il consenso, posto a più 0.3 per cento. Poiché l’incremento nella spesa è risultato inferiore a quello dei redditi personali, il tasso di risparmio è aumentato a meno 0.2 per cento, il miglior risultato da maggio 2005, da meno 0.5 per cento di agosto. Il reddito disponibile, cioè quanto residua dopo la tassazione, è cresciuto dello 0.5 per cento per il secondo mese, ed è in rialzo del 5.9 per cento dallo stesso mese dello scorso anno. Rettificato per l’inflazione, il balzo dello 0.8 per cento nel reddito disponibile segnato lo scorso mese è risultato il maggiore da un anno.
Sempre in termini reali, la spesa personale è aumentata dello 0.4 per cento lo scorso mese, dopo il calo dello 0.1 per cento di agosto.
La spesa in termini reali per beni durevoli, quali auto, arredamenti ed altri articoli durevoli è cresciuta del 2.1 per cento, dopo il calo dell’1.5 per cento del mese precedente. Gli acquisti reali di beni non durevoli sono aumentati dello 0.3 per cento mentre quelli per servizi, che rappresentano il 60 per cento di tutti gli esborsi, sono cresciuti dello 0.2 per cento per il terzo mese.  

Annunci