Stati Uniti – In crescita a ottobre redditi e consumi personali

La spesa per consumi personali è aumentata in ottobre dello 0.2 per cento, contro il meno 0.2 per cento (rivisto al ribasso, dall’originario più 0.1 per cento). I redditi personali sono aumentati dello 0.4 per cento, a fronte di attese per un più 0.5 per cento. L’indice della spesa per consumi personali al netto di alimentari ed energia, la misura attualmente preferita dalla Fed per valutare le pressioni inflazionistiche, è cresciuto su base annuale del 2.4 per cento, come in settembre.
Il tasso di risparmio è quindi aumentato a meno 0.6 per cento, da meno 0.7 per cento in settembre. Continua a leggere “Stati Uniti – In crescita a ottobre redditi e consumi personali”

Annunci

Area Euro – Crescita prevista in ulteriore aumento, ma in Germania le vendite al dettaglio diminuiscono

La Commissione Europea ha alzato oggi le proprie stime di crescita per l’economia dei Dodici a inizio 2007. La crescita è prevista pari allo 0.6 per cento in ciascuno dei primi due trimestri del prossimo anno, in accelerazione dal più 0.5 per cento realizzato nel terzo trimestre e previsto per il quarto. La previsione è migliorativa rispetto a quella emessa lo scorso 11 ottobre, pari allo 0.3 per cento come scenario centrale con rischio di crescita zero come ipotesi più pessimistica. Continua a leggere “Area Euro – Crescita prevista in ulteriore aumento, ma in Germania le vendite al dettaglio diminuiscono”

Stati Uniti – Rivista al rialzo la crescita del Pil del terzo trimestre

L’economia statunitense è cresciuta nel terzo trimestre al passo superiore alle attese del 2.2 per cento per effetto prevalente di un aumento delle scorte, che potrebbe tuttavia frenare l’espansione nel trimestre corrente. La seconda stima del prodotto interno lordo si raffronta al più 1.6 per cento precedente ed a stime di un più 1.8 per cento. L’indice di prezzo della spesa per consumi personali è cresciuto del 2.4 per cento, contro il 2.5 per cento della prima stima ed il 4 per cento del secondo trimestre. L’indice al netto di alimentari ed energia è cresciuto del 2.2 per cento annualizzato, meglio del 2.3 per cento della prima stima. Oggi il governo ha rivisto i dati del reddito personale del secondo trimestre, che mostrano una crescita di salari e stipendi dello 0.7 per cento, dalla precedente stima di più 7.7 per cento, e di più 13.3 per cento del primo trimestre. Continua a leggere “Stati Uniti – Rivista al rialzo la crescita del Pil del terzo trimestre”

Stati Uniti – In calo la fiducia dei consumatori

La fiducia dei consumatori flette inaspettatamente in novembre. L’indice del Conference Board è passato dal livello di 105.1 a 102.9. Il numero dei partecipanti al campione che si attende un aumento degli impieghi disponibili è anch’esso diminuito. Il dato getta un’ombra sulla imminente Christmas Season. Nel contempo, il report sugli ordini di beni durevoli di ottobre ha evidenziato la maggior flessione da luglio 2000, pari all’8.3 per cento complessivo, come riflesso della minore domanda di velivoli commerciali, computer ed impianti di comunicazione. Al netto della voce trasporti, gli ordini hanno fatto segnare la maggior flessione da luglio 2005, pari all’1.7 per cento. Continua a leggere “Stati Uniti – In calo la fiducia dei consumatori”

Giappone – A ottobre male le vendite al dettaglio, bene la produzione industriale

Le vendite al dettaglio sono inaspettatamente diminuite in ottobre, per il secondo mese consecutivo. Il calo è stato dello 0.2 per cento mensile, ed è stato guidato da deboli vendite di abbigliamento invernale ed elettronica. Per la prima volta, il governatore della Bank of Japan Fukui ha ammesso la spesa per consumi privati è stata debole nel terzo trimestre, e che la banca centrale seguirà con attenzione questi sviluppi per valutare se siano temporanei o meno. Continua a leggere “Giappone – A ottobre male le vendite al dettaglio, bene la produzione industriale”

Regno Unito – Nel terzo trimestre gli investimenti spingono la crescita

L’economia britannica è cresciuta nel terzo trimestre dello 0.7 per cento, come nei tre precedenti periodi, per effetto della maggiore spesa pubblica e del passo più rapido in un anno da parte degli investimenti. L’incremento dello 0.7 per cento è in linea con le stime di consenso, e porta ad una performance annua del 2.7 per cento. Gli investitori stanno scommettendo su ulteriori rialzi dei tassi: il tasso implicito dei futures sui depositi a tre mesi, che storicamente si colloca circa 15 punti-base sopra il tasso-chiave di politica monetaria, si trovava quest’oggi intorno al 5.33 per cento per scadenza marzo. La crescita stimata per il Regno Unito nel 2006 è pari, secondo il Fondo Monetario Internazionale, al 2.7 per cento. Continua a leggere “Regno Unito – Nel terzo trimestre gli investimenti spingono la crescita”

Francia – Stabile la fiducia delle imprese in novembre

La fiducia delle imprese francesi è rimasta in novembre prossima ai massimi quinquennali, dopo il calo della disoccupazione e dei prezzi dell’energia. Il livello dell’indice di sentiment è rimasto a 107, in linea con il mese precedente, rivisto al ribasso dall’originario 108. Lo scorso aprile l’indice aveva toccato il massimo da marzo 2001, al livello di 109. I consumatori stanno sostenendo l’espansione francese anche grazie alla riduzione del tasso di disoccupazione all’8.8 per cento, minimo da cinque anni. Il primo ministro De Villepin presenterà un piano per sostenere l’industria automobilistica, dopo aver annunciato un pacchetto di 145 milioni di euro di sussidi per il settore dell’aviazione. Continua a leggere “Francia – Stabile la fiducia delle imprese in novembre”