Stati Uniti – Manifattura più debole in ottobre

In ottobre la manifattura è cresciuta al passo più lento da oltre tre anni e la spesa per costruzioni è calata inaspettatamente a causa del deterioramento dell’edilizia residenziale.L’indice ISM è diminuito al livello di 51.2, dal 52.9 di settembre, mentre la misura dei prezzi pagati per materie prime è diminuita al minimo da oltre quattro anni. La spesa per costruzioni è calata dello 0.3 per cento in settembre, dopo il dato invariato di agosto, peraltro rivisto al ribasso, dall’originario più 0.3 per cento. L’indice dei prezzi pagati è diminuito al livello di 47, da 61 in settembre (ed attese a 58 punti), ed è in calo di 26 punti negli ultimi due mesi, maggior calo bimestrale dall’inizio delle rilevazioni, nel 1948. Le attese erano per un livello di 53.

La spesa per costruzioni è calata in settembre per il sesto mese consecutivo, per effetto della contrazione nell’edilizia residenziale. Questi dati hanno determinato uno spostamento della valutazione degli investitori verso la probabilità di un taglio dei tassi da parte della Fed entro la fine di marzo, secondo i prezzi dei futures sui depositi in eurodollari, per la prima volta dall’ottobre 2005.

 L’indice dei nuovi ordini, che rappresenta circa un terzo dell’indice totale, è calato al livello di 52.1, minimo da maggio 2005, da 54.2 in settembre. L’indice di produzione ha toccato il minimo da aprile 2003, al livello di 51.9 da 56.1 in settembre, mentre l’indicatore dei tempi di consegna dei fornitori è calato a 50.2 da 54.1. La misura degli ordini arretrati è diminuita al minimo da marzo 2003, al livello di 44.5, da 46.5, e l’indice delle scorte è cresciuto da 46.4 a 49.4. L’accumulazione di scorte sta spingendo alcune aziende a tagliare i programmi di produzione, secondo alcune recenti evidenze aneddotiche. In lieve miglioramento l’indice dell’occupazione, da 49.4 a 50.8. Il rallentamento nella produzione automobilistica peserà probabilmente sull’output dei prossimi mesi.

Annunci