Area Euro – Rallenta la crescita dei servizi in ottobre

La crescita nel settore dei servizi è rallentata inaspettatamente in ottobre, come segnalato dall’indice PMI non manifatturiero, che è diminuito per il quarto mese, portandosi da 56.7 a 56.5, contro attese per un livello di 57. A livello di singoli paesi, si sono registrati andamenti divergenti: in Germania l’indice è diminuito a 54 da 54.4, in Francia da 61.4 a 61. L’indice italiano è rimasto poco variato al livello di 54.1 mentre l’indice spagnolo ha registrato un marcato miglioramento passando da 56.7 a 58.7.La disaggregazione dell’indice complessivo ha rivelato una lieve decelerazione nella componente riferita alle nuove attività, mentre le aspettative sono diminuite al livello di 63. Incoraggiante il miglioramento dell’indice riferito all’occupazione, risalito oltre la soglia di stazionarietà, al livello di 53.1. L’indice dei prezzi praticati flette da 53.7 a 53. Nel complesso, e pur in presenza di una sequenza di decelerazione, il dato appare coerente con la prosecuzione della restrizione monetaria da parte della Bce. 

Gli ordini di fabbrica tedeschi sono diminuiti in settembre per la prima volta in quattro mesi, a causa della flessione della domanda estera. Il calo è stato de 2.5 per cento su agosto, quando vi fu una crescita del 3.7 per cento. Le previsioni ipotizzavano un aumento dello 0.9 per cento. Su base annuale l’incremento si è portato al 5.8 per cento. Secondo le ultime stime della Commissione Europea, rese note oggi, la crescita tedesca dovrebbe rallentare nel 2007 all’1.2 per cento, dal 2.4 per cento dell’anno corrente. Per l’intera Area, la Commissione prevede una crescita in moderazione, dal 2.4 al 2.1 per cento, nel 2007.Gli ordini dall’estero sono diminuiti del 6.2 per cento sul mese precedente, quelli domestici sono aumentati dell’1.5 per cento.

Annunci