Cina – Rallenta la crescita della produzione industriale

La produzione industriale cinese è cresciuta in ottobre al passo più lento da quasi due anni. L’incremento è pari al 14.7 per cento annuale, da 16.1 per cento di settembre e stime poste al 16 per cento. La crescita della produzione industriale è in rallentamento da giugno, dopo l’intensificarsi delle misure di restrizione amministrativa, monetaria e di moral suasion sulla crescita del credito, ad evitare l’accumulazione di eccessi di capacità produttiva. L’incremento di ottobre è il minore da dicembre 2004. Per i primi dieci mesi del 2006, la produzione è aumentata del 16.9 per cento sullo stesso periodo dell’anno precedente.La produzione tessile è cresciuta del 12 per cento annuale, dopo l’incremento del 14.8 per cento annuale di settembre. La produzione di macchinari elettrici è aumentata del 12.6 per cento annuale, da 16.1 per cento. Dopo che l’indice PMI manifatturiero, pubblicato lo scorso 1 novembre, ha evidenziato un calo dei livelli di attività per la prima volta da tre mesi, ed un rallentamento degli ordini all’export, il dato delle scorte all’ingrosso negli Stati Uniti, pubblicato il 9 novembre ha evidenziato in settembre un aumento al massimo da oltre un anno, suggerendo un’ulteriore flessione nella domanda statunitense verso i produttori esteri. Malgrado questi segni di potenziale rallentamento, la Banca Mondiale ha alzato la propria previsione di crescita per la Cina nel 2007 al 9.6 per cento, secondo incremento in quattro mesi, sostenendo che il governo potrà rilassare la restrizione creditizia grazie al raffreddamento dell’investimento in atto. Al contempo, i redditi in crescita stanno spingendo la domanda dei consumatori, come indicato dal dato delle vendite al dettaglio (pari al 14.3 per cento in ottobre) al passo più rapido in quasi due anni. Ciò potrà peraltro contribuire all’aumento dell’import ed alla riduzione del surplus commerciale.

Annunci