Francia – Stabile la fiducia delle imprese in novembre

La fiducia delle imprese francesi è rimasta in novembre prossima ai massimi quinquennali, dopo il calo della disoccupazione e dei prezzi dell’energia. Il livello dell’indice di sentiment è rimasto a 107, in linea con il mese precedente, rivisto al ribasso dall’originario 108. Lo scorso aprile l’indice aveva toccato il massimo da marzo 2001, al livello di 109. I consumatori stanno sostenendo l’espansione francese anche grazie alla riduzione del tasso di disoccupazione all’8.8 per cento, minimo da cinque anni. Il primo ministro De Villepin presenterà un piano per sostenere l’industria automobilistica, dopo aver annunciato un pacchetto di 145 milioni di euro di sussidi per il settore dell’aviazione.

In Belgio (considerato un leading indicator per l’intera Euro Area), la fiducia delle imprese è diminuita in novembre per il secondo mese consecutivo, per effetto di minori aspettative nei settori delle costruzioni e del commercio, all’ingrosso ed al dettaglio. L’indice è passato da 3.8 a 3.5, in linea con le attese di consenso. Il Belgio si aggiunge quindi a Italia e Olanda nel segnalare una flessione nella fiducia delle imprese. Solo la Germania ha riportato in novembre un miglioramento del sentiment delle aziende, aiutato da migliorate prospettive d’investimento.

A livello settoriale, il Belgio ha visto un’ascesa della fiducia nel settore manifatturiero (da 2.4 a 4.1), il sentiment complessivo ha subìto un deterioramento imputabile alla flessione nel settore delle costruzioni (da 9.9 a 5.6) ed al settore del commercio, all’ingrosso ed al dettaglio (da 4.5 a meno 1.3). Anche la fiducia dei consumatori belgi ha subito un deterioramento in novembre, a causa della percezione di minore capacità di risparmio da parte delle famiglie, oltre che dalle prospettive occupazionali e della situazione economica complessiva. Il governo di Guy Verhofstadt, che affronterà le elezioni politiche a metà 2007, si attende un raffreddamento della crescita nel 2007 al 2.2 per cento, contro la stima di più 2.7 per cento per il 2006. Dopo aver registrato nel secondo trimestre la maggiore espansione in sei anni, l’economia belga ha rallentato nel terzo trimestre ad un più 0.6 per cento trimestrale.

Annunci