Stati Uniti – Manifattura in contrazione a novembre

La manifattura statunitense si è inaspettatamente contratta il mese scorso, per la prima volta da oltre tre anni, come segnalato dall’indice ISM, il cui livello è calato da 51.2 a 49.5. Un dato inferiore a 50 indica contrazione.
I costruttori automobilistici stanno tagliando la produzione per smaltire le scorte di veicoli invenduti, mentre prosegue la recessione dell’immobiliare residenziale, che sta riducendo la spesa per costruzioni complessiva (sulla quale inizia a gravare anche l’indebolimento della componente non residenziale privata), diminuita in ottobre del massimo degli ultimi cinque anni, pari all’1 per cento, dopo il meno 0.8 per cento di settembre. L’indice dei prezzi pagati è risalito a 53.5 da 47 di ottobre, misura che ha rappresentato il minimo da febbraio 2002. Le stime di consenso ipotizzavano un livello dell’indice pari a 51.5.

Continua a leggere “Stati Uniti – Manifattura in contrazione a novembre”

Giappone – Inflazione ancora contenuta in ottobre

L’inflazione giapponese è inaspettatamente rallentata in ottobre per effetto prevalente del calo dei prezzi petroliferi. I prezzi al consumo core, che escludono gli alimentari freschi, sono cresciuti dello 0.1 per cento sull’anno precedente, meno del consenso posto a più 0.2 per cento. Il tasso di disoccupazione è poi rimasto al 4.1 per cento, prossimo al minimo di 4 per cento toccato in maggio, come evidenzia un rapporto governativo emesso separatamente. Continua a leggere “Giappone – Inflazione ancora contenuta in ottobre”