Stati Uniti – Il settore dei servizi accelera in novembre

La crescita nel settore dei servizi ha accelerato inaspettatamente in novembre per il secondo mese, grazie ai minori prezzi dell’energia e ad un forte mercato del lavoro, che hanno alimentato la spesa dei consumatori. L’indice ISM per le imprese non manifatturiere è cresciuto al livello di 58.9, massimo da maggio, da 57.1 in ottobre. Le stime di consenso ipotizzavano un calo al livello di 55.5. L’indice dei nuovi ordini è cresciuto al livello di 57.1 da 56.5, e la misura dei prezzi pagati è aumentata da 51.9 a 55.6. L’indice dell’occupazione è passato da 51 a 51.6, quello delle scorte è diminuito a 51.5 da 53. L’indice degli ordini arretrati è cresciuto da 51.5 a 54.5. Il dato allevia i timori di accentuazione del rallentamento congiunturale evidenziati dall’indice ISM manifatturiero. I minori costi dell’energia stanno beneficiando i consumatori e le aziende: il prezzo medio di un gallone di benzina è sceso in novembre a 2.22 dollari da 2.24 di ottobre, dopo il massimo di 3.03 toccato a inizio agosto. Anche il mercato del lavoro supporta la crescita della spesa dei consumatori: la disoccupazione è scesa in ottobre al minimo quinquennale del 4.4 per cento, ed i guadagni orari medi sono cresciuti del 3.9 per cento annuale, vicini al massimo quinquennale. Nel complesso, fuori dai settori immobiliare ed auto, l’economia sta crescendo ad un solido passo.

Annunci