Area Euro – Migliora la fiducia degli investitori tedeschi

La fiducia degli investitori tedeschi è aumentata in dicembre per la prima volta da dieci mesi, recuperando dal minimo degli ultimi 13 anni, per effetto del calo della disoccupazione e dei guadagni del mercato azionario. L’indice ZEW delle aspettative di investitori ed analisti è cresciuto al livello di meno 19 da meno 28.5. Gli analisti si attendevano un valore dell’indice, che riflette le attese a sei mesi per l’economia, in risalita a meno 25. Il dato sembra suggerire che l’economia tedesca sia in grado di superare il momento negativo attraversato dopo l’annuncio governativo di aumento delle imposte indirette di tre punti percentuali, dal prossimo gennaio, che è previsto ridurre la crescita del primo trimestre fino a tre quarti di punto percentuale.

Nel mese di novembre l’indice DAX ha toccato il massimo quinquennale, mentre la disoccupazione è diminuita al minimo dal 2002 e la fiducia delle aziende è inaspettatamente balzata. Il recupero del livello dell’indice sembra suggerire che gli investitori non considerano ancora preoccupante l’apprezzamento dell’euro sul dollaro. Inoltre, le espressioni  usate nel comunicato di giovedì scorso della Banca centrale europea sembrano suggerire l’ipotesi di un arresto del ciclo di rialzi dei tassi dopo un ulteriore incremento di 25 punti-base nel primo trimestre 2007. Un ulteriore miglioramento nelle condizioni dell’indice anche in occasione della lettura di dicembre potrebbe essere consistente con un miglioramento delle condizioni economiche tedesche dal secondo trimestre 2007.

Annunci