Stati Uniti – Vendite al dettaglio molto forti in novembre

Le vendite al dettaglio sono cresciute in novembre oltre le attese, nella misura dell’1 per cento, massimo da luglio, dopo un calo dello 0.1 per cento (rivisto al rialzo dall’originario meno 0.2 per cento) in ottobre. Al netto della componente auto, l’incremento è dell’1.1 per cento, massimo da gennaio. La crescita regolare di occupazione e reddito sta fornendo ai consumatori motivazioni per spendere, mentre la Fed ha lasciato ieri invariato il tasso sui Fed Funds per la quarta volta consecutiva, affermando che “è probabile che l’economia, nel complesso, si espanda a passo moderato”.

Continua a leggere “Stati Uniti – Vendite al dettaglio molto forti in novembre”

Regno Unito – Migliora il mercato del lavoro in novembre

La disoccupazione britannica è inaspettatamente diminuita in novembre della maggior misura da quasi due anni e mezzo mentre la crescita salariale ha accelerato, fornendo argomentazioni alla prosecuzione della stretta monetaria. Il numero dei richiedenti sussidi è diminuito di 5.700 unità, a 950.800, maggior calo da gennaio 2005, contro attese per un aumento di 4.000 unità. Il mercato del lavoro sembra quindi in una fase di rimbalzo, che dovrebbe indurre la Bank of England a continuare nell’aumento dei tassi d’interesse. L’aumento annualizzato dei salari al netto dei bonus è stato, nel trimestre agosto-ottobre, pari al 3.8 per cento, contro il 3.5 per cento del trimestre luglio-settembre, che era stato il più lento da luglio 2003. Nei tre mesi terminati in ottobre il numero totale di occupati è cresciuto di 41.000 unità, a 29.015.000.