Regno Unito – Continua la crescita delle vendite al dettaglio

Le vendite al dettaglio sono inaspettatamente aumentate in novembre per il secondo mese consecutivo. L’incremento è pari allo 0.3 per cento dopo quello dell’1 per cento di ottobre, rivisto al rialzo dall’iniziale più 0.9 per cento. Su base annuale, le vendite sono aumentate del 3.2 per cento. Il trend rialzista delle vendite al dettaglio appare quindi solido, anche grazie alla creazione di nuova occupazione ed allo sviluppo del reddito. Tra le tipologie merceologiche, i retailers online e le vendite da catalogo, che rappresentano circa il 5 per cento delle vendite complessive, hanno guidato l’incremento dei volumi in novembre, con un progresso mensile del 2.9 per cento, probabilmente anche per effetto di anticipazione degli acquisti nel timore di mancata consegna nei tempi della festività.

Anche la crescita dei prezzi degli immobili sta supportando la spesa dei consumatori: in ottobre, il valore delle case ha toccato il massimo degli ultimi 19 mesi, secondo il Department for Communities and Local Government.

 Tra gli elementi che potrebbero rallentare la progressione dei consumi figurano i costi delle bollette ed il livello record toccato dal debito delle famiglie, pari in ottobre a 1.3 miliardi di sterline. Anche il livello dei fallimenti personali in Inghilterra e Galles è cresciuto nel terzo trimestre ad un livello record, secondo quanto comunicato da fonti governative lo scorso 3 novembre. 

I “falchi” della politica monetaria dovrebbero trarre da questo rapporto (così come da quelli pubblicati negli ultimi giorni) ulteriori elementi a supporto della propria tesi, anche considerando che il deflatore delle vendite al dettaglio è cresciuto per il terzo mese consecutivo. 

Annunci