Stati Uniti – Balzo dei prezzi alla produzione, rimbalzo dei nuovi cantieri

Il numero di nuovi cantieri è rimbalzato in novembre dal minimo degli ultimi sei anni, mentre le licenze edilizie sono diminuite nello stesso mese al minimo da nove anni, suggerendo che la debolezza nel mercato immobiliare persisterà anche nel nuovo anno. I nuovi cantieri sono aumentati al passo annualizzato di 1,588 milioni, con un incremento del 6.7 per cento rispetto agli 1,488 milioni di ottobre, ed attese per 1,540 milioni. Il numero di nuove licenze è diminuito del 3 per cento, al passo di 1,506 milioni, minimo da dicembre 1997, ed attese per 1,54 milioni. Le condizioni climatiche di ottobre possono tuttavia aver differito alcuni avvii a novembre, spingendo il dato di novembre assieme a più attrattive condizioni di vendita da parte dei costruttori ed alla discesa dei tassi sui mutui ipotecari. La scorsa settimana il tasso medio su mutui trentennali è stato del 6.12 per cento, prossimo ai minimi da gennaio. I minori tassi hanno spinto le domande di finanziamento ipotecario la scorsa settimana al massimo da oltre un anno. L’indice di fiducia dei costruttori e degli agenti immobiliari, in due degli ultimi tre mesi, ha iniziato a mostrare un aumento dell’ottimismo.    Continua a leggere “Stati Uniti – Balzo dei prezzi alla produzione, rimbalzo dei nuovi cantieri”

Area Euro – Fiducia delle imprese tedesche a nuovi massimi

La fiducia delle imprese tedesche è aumentata inaspettatamente in dicembre, come segnalato dall’indice IFO, basato sulle risposte di 7.000 dirigenti aziendali, che si è portato al livello di 108.7, massimo dal 1990, contro attese per un invariato al livello di 106.8. Sembrano quindi prendere sostanza le attese sulla capacità dell’economia tedesca a far fronte all’aumento di tre punti percentuali dell’imposta sul valore aggiunto, che scatterà dal primo gennaio, anche grazie all’effetto compensativo di minori costi del petrolio, maggiore export e spesa dei consumatori. Circostanza che può incoraggiare la Banca centrale europea a proseguire nella restrizione monetaria anche all’inizio del prossimo anno. Il 14 dicembre l’istituto di ricerca IFO ha predetto una crescita del 2.5 per cento per l’economia tedesca quest’anno, massimo dall’anno 2000, e dell’1.9 per cento nel 2007, rivedendo al rialzo la precedente stima di più 1.7 per cento.

Continua a leggere “Area Euro – Fiducia delle imprese tedesche a nuovi massimi”