Stati Uniti – Balzo dei prezzi alla produzione, rimbalzo dei nuovi cantieri

Il numero di nuovi cantieri è rimbalzato in novembre dal minimo degli ultimi sei anni, mentre le licenze edilizie sono diminuite nello stesso mese al minimo da nove anni, suggerendo che la debolezza nel mercato immobiliare persisterà anche nel nuovo anno. I nuovi cantieri sono aumentati al passo annualizzato di 1,588 milioni, con un incremento del 6.7 per cento rispetto agli 1,488 milioni di ottobre, ed attese per 1,540 milioni. Il numero di nuove licenze è diminuito del 3 per cento, al passo di 1,506 milioni, minimo da dicembre 1997, ed attese per 1,54 milioni. Le condizioni climatiche di ottobre possono tuttavia aver differito alcuni avvii a novembre, spingendo il dato di novembre assieme a più attrattive condizioni di vendita da parte dei costruttori ed alla discesa dei tassi sui mutui ipotecari. La scorsa settimana il tasso medio su mutui trentennali è stato del 6.12 per cento, prossimo ai minimi da gennaio. I minori tassi hanno spinto le domande di finanziamento ipotecario la scorsa settimana al massimo da oltre un anno. L’indice di fiducia dei costruttori e degli agenti immobiliari, in due degli ultimi tre mesi, ha iniziato a mostrare un aumento dell’ottimismo.   Un altro dato pubblicato oggi mostra che i prezzi alla produzione sono aumentati in novembre del 2 per cento mensile complessivo, contro attese per un più 0.5 per cento. A livello core, cioè al netto di alimentari ed energia l’incremento è dell’1.3 per cento, contro attese per un più 0.2 per cento, a causa del balzo del 6.1 per cento nei prezzi dell’energia, massimo da febbraio 2003, dopo il meno 5 per cento di ottobre. L’aumento di prezzo delle benzine è del 17.9 per cento mensile, quello del gas naturale del 5.9 per cento. Il governo ha chiesto ai partecipanti alla survey di riportare i prezzi rilevati il martedì della settimana che include il giorno 13 del mese. I prezzi degli alimentari sono aumentati dello 0.1 per cento.

Per stadio di produzione, i prezzi dei beni intermedi sono aumentati dello 0.7 per cento mensile (ma sono scesi dello 0.3 per cento a livello core), quelli delle materie prime sono balzati del 15.7 per cento mensile complessivo, e dello 0.5 per cento core.

Per tipologia di prodotto finito, i prezzi dei veicoli passeggeri sono aumentati del 2.2 per cento da più 2.3 per cento di ottobre, quelli dei light trucks di ben il 13.7 per cento, dopo il calo record del 9.7 per cento in ottobre. I prezzi dei beni capitali sono aumentati dell’1.4 per cento, da meno 0.9 per cento.

Annunci