Stati Uniti – Prova di forza del mercato del lavoro in dicembre

I datori di lavoro statunitensi hanno aggiunto 167.000 nuovi impieghi netti mentre i redditi sono cresciuti del massimo da otto mesi, sostenendo l’evidenza che l’economia sta reggendo l’impatto con la recessione immobiliare e l’indebolimento manifatturiero. L’incremento di occupazione ha fatto seguito all’aumento di 154.000 nuovi impieghi in novembre, che è stato maggiore di quanto inizialmente riportato. Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 4.5 per cento. La forza del mercato del lavoro suggerisce che i redditi cresceranno abbastanza da sostenere la spesa dei consumatori e la crescita dell’economia. Il dato potrà inoltre contribuire ad alleviare i timori di alcuni membri del Comitato di politica monetaria della Fed circa i rischi di imminente rallentamento della crescita, aumentando al contempo il rischio che i maggiori salari possano alimentare l’inflazione. Le stime di consenso ipotizzavano la creazione di 100.000 nuovi impieghi. I guadagni medi orari sono aumentati dello 0.5 per cento mensile, massimo da aprile, dopo il più 0.3 per cento di novembre ed attese di pari entità, e sono cresciuti del 4.2 per cento su base annuale, un incremento superato per l’ultima volta a novembre 2000.

Continua a leggere “Stati Uniti – Prova di forza del mercato del lavoro in dicembre”

Area Euro – Lieve rallentamento nelle vendite al dettaglio in dicembre

Le vendite al dettaglio sono cresciute in dicembre al passo più lento da nove mesi, un probabile segno che l’espansione economica sta rallentando. L’indice Bloomberg dei direttori acquisti delle imprese della distribuzione è sceso al livello destagionalizzato di 52.1 da 53.7 in novembre. Questo dato, quindi, si aggiunge a quelli di manifattura e servizi nel suggerire un quadro di moderazione nella crescita. A livello di singoli paesi, l’indice tedesco è rallentato da 57.7 a 55.2, quello francese è passato da 53.5 a 52.4. Per l’Italia, per contro, si è confermata la contrazione delle vendite al dettaglio, con l’indice che peggiora ulteriormente, da 48 a 46.9.

Continua a leggere “Area Euro – Lieve rallentamento nelle vendite al dettaglio in dicembre”