Area Euro – L’indice ZEW tedesco rimbalza in gennaio

La fiducia degli investitori tedeschi è aumentata oltre le attese in gennaio, portandosi al massimo da degli ultimi sei mesi su aspettative che la crescita economica riuscirà a reggere l’incremento dell’imposta sul valore aggiunto ed il rallentamento congiunturale. L’indice ZEW delle aspettative di investitori ed analisti relative alla crescita economica nei prossimi sei mesi è cresciuto al livello di meno 3.6, da meno 19 in dicembre ed attese per un livello di meno 10. L’ottimismo è alimentato dal recente dato sulla disoccupazione del mese scorso, al minimo dal 1990, mentre l’indice azionario DAX è prossimo ai massimi degli ultimi sei anni.

Tra gli elementi che hanno sorretto l’ottimismo degli investitori è possibile annoverare anche il deprezzamento dell’euro nei confronti del dollaro, pari al 2.6 per cento dall’ultima rilevazione dell’indice, soprattutto sulla scorta di dati macroeconomici statunitensi particolarmente robusti ed il calo, nello stesso periodo, del prezzo del petrolio, pari al 15 per cento per effetto di miglioramenti strutturali nelle condizioni di offerta e soprattutto di temperature eccezionalmente miti per la stagione. Da ultimo, anche la decisione della Bce di rallentare la precedente cadenza bimestrale di rialzo dei tassi, spostando il prossimo intervento a marzo, ha inciso sulla fiducia degli investitori circa una stabilizzazione della crescita sugli attuali livelli. Secondo le stime del Fondo Monetario Internazionale, l’economia tedesca dovrebbe crescere nel 2007 dell’1.4 per cento, dopo il 2.5 per cento segnato nel 2006

Annunci