Stati Uniti – Il caldo frena la produzione industriale

La produzione industriale negli Stati Uniti è diminuita il mese scorso a seguito della riduzione di domanda di elettricità causata da temperature superiori alle medie stagionali. Per contro, la produzione manifatturiera è cresciuta al passo più rapido dell’anno, lo 0.7 per cento, da più 0.1 per cento in febbraio.

La diminuzione dello 0.2 per cento mensile nella produzione di fabbriche, industria estrattiva e utilities segue l’incremento dello 0.8 per cento (rivisto al ribasso dall’originario più 1 per cento) registrato in febbraio. Il tasso di utilizzo della capacità produttiva è calato da 81.6 per cento di febbraio (rivisto al ribasso dall’originario 82 per cento) a 81.4 per cento.

Continua a leggere “Stati Uniti – Il caldo frena la produzione industriale”

Bel Rally – ed ora?

Proviamo a distrarci dal caso Telecom e ad osservare il quadro generale. Ieri gli indici azionari americani ed europei S&P 500 ed Eurostoxx hanno superato i record del Febbraio scorso. Siamo alla vigilia di un’altra correzione, oppure all’inizio di una salita verso nuove altezze? Come è avvenuto anche troppo spesso in questo periodo, i fattori tecnici sono decisamente positivi, mentre il quadro fondamentale sembra differenziato fra le due sponde dell’Atlantico: cautamente positivo  per l’Europa, più bilanciato per gli USA. Continua a leggere “Bel Rally – ed ora?”

Germania – Avanti tutta

La fiducia degli investitori tedeschi è balzata in aprile al massimo degli ultimi dieci mesi. L’indice ZEW delle aspettative di analisti ed investitori istituzionali si è portato al livello di 16.5, da 5.8 in marzo, e contro attese per un livello di 10. L’espansione economica europea sta mostrando pochi segni di rallentamento rispetto al passo più rapido degli ultimi sei anni, malgrado l’apprezzamento dell’11 per cento dell’euro sul dollaro ed il raffreddamento della congiuntura statunitense, che peggiora le prospettive degli esportatori. L’export tedesco è cresciuto in febbraio dell’1.9 per cento, la fiducia delle imprese è inaspettatamente cresciuta in marzo e l’indice azionario DAX è salito ieri al nuovo massimo da settembre 2000.

Continua a leggere “Germania – Avanti tutta”