Cina – Nuovo rialzo della riserva obbligatoria

La banca centrale cinese ha disposto un nuovo rialzo del coefficiente di riserva obbligatoria, il settimo in undici mesi, per tentare di frenare la crescita dell’economia. Con decorrenza 15 maggio, i prestatori dovranno accantonare l’11 per cento dei depositi. Il boom di liquidità derivante dalle esportazioni sta alimentando inflazione, eccesso di investimento e bolle nei mercati azionario ed immobiliare: dal crollo del 9 per cento del 27 febbraio scorso il CSI-300, principale indice azionario cinese, è rimbalzato del 41 per cento. Data la scarsa o nulla efficacia di tali misure nel frenare la crescita della liquidità, il prossimo passo dovrebbe essere il rialzo dei tassi d’interesse e, in ultima istanza, il più veloce apprezzamento del cambio, attraverso l’ampliamento della banda di oscillazione giornaliera del cambio dello yuan, oggi posto allo 0.3 per cento, nei due sensi.
Continua a leggere “Cina – Nuovo rialzo della riserva obbligatoria”