Stati Uniti – Lieve rallentamento dell’inflazione ad aprile

I prezzi pagati dai consumatori statunitensi sono cresciuti meno delle attese in aprile, suggerendo che la pressione sui prezzi potrebbe iniziare a ridursi in corrispondenza al rallentamento dell’economia. L’indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0.4 per cento dopo l’aumento dello 0.6 per cento in marzo. I prezzi core, che escludono alimentari ed energia, sono in rialzo annuale del 2.3 per cento, il minor incremento da un anno. Le stime di consenso ipotizzavano un incremento complessivo dello 0.5 per cento, e dello 0.2 per cento a livello core.

Continua a leggere “Stati Uniti – Lieve rallentamento dell’inflazione ad aprile”

Giappone – Inatteso calo degli ordini di macchinari

Gli ordini di macchinari sono inaspettatamente diminuiti in marzo, e le aziende prevedono un approfondimento di tale calo. La flessione del 4.5 per cento sul mese precedente segue la contrazione del 4.9 per cento di febbraio, rivista in lieve rialzo dall’originario meno 5.2 per cento. Le stime di consenso ipotizzavano un incremento dell’1.5 per cento. Il rapporto mostra anche che le imprese si attendono un calo degli ordini dell’11.8 per cento nel trimestre in corso, un dato destinato a indebolire le argomentazioni della Bank of Japan a favore di un rialzo dei tassi ufficiali, oggi allo 0.5 per cento. Per la prima volta da novembre 2004, anche il governo ha definito il dato sugli ordini come “debole”, pur affermando che le imprese tendono ad essere conservative nelle previsioni a inizio anno, e che gli ordini effettivamente realizzati tendono ad essere maggiori di quelli stimati.

Continua a leggere “Giappone – Inatteso calo degli ordini di macchinari”

Germania – Crescita oltre le attese

L’economia tedesca è cresciuta nel primo trimestre oltre le previsioni, per effetto dell’aumentata spesa aziendale per soddisfare gli ordini all’export e dell’inverno più caldo dall’inizio delle rilevazioni, che ha spinto il settore delle costruzioni. Il prodotto interno lordo è cresciuto nel trimestre dello 0.5 per cento, dopo il più 1 per cento del periodo ottobre-dicembre. Nel frattempo, la fiducia delle imprese ha segnato in aprile il secondo miglior risultato di sempre, ed il tasso di disoccupazione ha retto al minimo degli ultimi sei anni. L’aumento di tre punti percentuali dell’Iva, lo scorso 1 gennaio, sembra quindi essere stato assorbito senza problemi dall’economia tedesca. Il mese scorso il governo di Berlino ha alzato le stime di crescita per il 2007 da 1.7 a 2.3 per cento, dopo il più 2.8 per cento di crescita per l’intero 2006.

Continua a leggere “Germania – Crescita oltre le attese”