Giappone – Rallentamento nel primo trimestre

L’economia giapponese ha rallentato nel primo trimestre di quest’anno, principalmente per effetto di un taglio degli investimenti aziendali, sui timori di riduzione dell’export verso gli Stati Uniti. La crescita annualizzata del primo trimestre è del 2.4 per cento (0.6 per cento nel trimestre), a fronte di attese poste a 2.7 per cento, mentre il dato del quarto trimestre 2006 è stato rivisto al ribasso, da 5.5 a 5 per cento. Per contro, la spesa dei consumatori, che rappresenta oltre metà del pil, è cresciuta oltre le attese, e potrà supportare il rallentamento dell’export, soprattutto verso gli Stati Uniti.

Tra le componenti del pil, la spesa in beni capitali è diminuita dello 0.9 per cento, contro stime di incremento per lo 0.5 per cento, ed una crescita del 2.3 per cento nel quarto trimestre. Oltre che dai timori per il rallentamento statunitense, l’investimento aziendale potrebbe essere stato ridotto nel primo trimestre in attesa delle nuove più vantaggiose regole di ammortamento fiscale, in vigore dall’1 aprile. L’export è aumentato del 3.3 per cento, oltre il 2.8 per cento atteso e meglio dello 0.8 per cento del quarto trimestre, grazie soprattutto al forte aumento delle esportazioni verso Asia ed Europa, confermate soprattutto dal dato di marzo. L’export netto, cioè la differenza tra export ed import, ha aggiunto 0.4 punti percentuali alla crescita, dallo 0.1 per cento del quatro trimestre 2006. La spesa dei consumatori è aumentata dello 0.9 per cento, da 1.1 per cento del trimestre precedente, un dato molto positivo soprattutto perché conseguito in assenza di incrementi salariali. Il deflatore del pil è diminuito dello 0.2 per cento annuale, da meno 0.4 per cento.

In sintesi, un dato lievemente inferiore alle attese, che potrebbe suggerire alla Bank of Japan di mettersi in attesa riguardo nuovi rialzi dei tassi ufficiali.

Annunci