Stati Uniti – Indebolimento oltre le attese

L’economia statunitense si è indebolita oltre il previsto nel quarto trimestre. La crescita annualizzata da ottobre a dicembre è stata dello 0,6 per cento, la metà delle stime di consenso, dopo il 4,9 per cento del terzo trimestre. Le costruzioni residenziali hanno segnato la peggior contrazione da 26 anni. Sul dato ha pesato anche la riduzione delle scorte, che può riflettere la preoccupazione per le prospettive dei consumi. L’incremento dei prezzi è accelerato lo scorso trimestre, per effetto dei rincari dell’energia. L’indice dei prezzi è cresciuto del 2,6 per cento contro l’1 per cento del periodo luglio-settembre. L’indicatore d’inflazione preferito dalla Fed, la spesa per consumi personali al netto di alimentari ed energia, è cresciuto del 2,7 per cento, maggior incremento dal secondo trimestre 2006.

Le costruzioni residenziali segnano un crollo del 24 per cento, ottavo trimestre consecutivo al ribasso, ed il maggiore dal secondo trimestre 1981. Il settore ha sottratto 1,2 punti percentuali alla crescita. La spesa dei consumatori è aumentata del 2 per cento, meno delle attese, ed ha aggiunto 1,4 punti percentuali alla crescita. I consumi sono cresciuti,  nell’intero 2007, del 2,9 per cento, minor incremento da quattro anni. Anche la spesa per investimento si è raffreddata, al passo del 7,5 per cento annualizzato, da 9,3 per cento del terzo trimestre. Il calo delle scorte, soprattutto dei concessionari di auto, è stato il maggiore da sei anni, ed è il principale responsabile della crescita inferiore alle attese, sottraendo 1,3 per cento alla crescita. Escludendo il crollo del 27 per cento nella produzione di auto, la crescita è stata dell’1,6 per cento.

Per contro, il minore deficit commerciale ha sostenuto la crescita, fornendole uno 0,55 per cento in più, miglior risultato dal 1991.

Annunci