La paura fa 90, anzi 100

In molti se lo attendevano, ma non così presto. L’indice Itraxx Europe Main, che sintetizza il costo dell’assicurazione contro il fallimento nei prossimi 5 anni per 125 aziende europee dotate di rating “investment grade”, ha toccato brevemente la soglia psicologica di 100 punti base, prima di calare marginalmente verso 95 – un calo probabilmente temporaneo, visto l’andamento dei mercati azionari. Quello che però preoccupa maggiormente non è tanto l’episodio in sé, ma il modo in cui è avvenuto.

L’accelerazione del deterioramento del mercato del credito è stata improvvisa e devastante: l’indice ha aperto in mattinata a 90 ed ha toccato 100 nel primo pomeriggio, un movimento di velocità mai vista.

La spiegazione immediata deriva dalla decisione di una grande banca francese (no, non Société Generale) di rivedere il proprio modello di gestione del portafoglio crediti e di acquistare protezione su un numero elevato di nomi; la mossa, eseguita in maniera non propriamente magistrale, ha di fatto scatenato il panico.

Il punto preoccupante è proprio questo: se bastano ordini per poche centinaia di milioni di euro a mandare in tilt un mercato, quanto scarsa è diventata la liquidità e quanto nervosi sono i partecipanti a tale mercato? Quanto è sottile il ghiaccio su cui stiamo pattinando?

Cosa succederebbe se, invece di un ribilanciamento parziale, assistessimo alla liquidazione di un grande portafoglio di crediti? Molti di questi portafogli sono stati assemblati e gestiti tramite CDO: nel caso perdessero i propri rating, per molti scatterebbe l’obbligo di liquidazione. Il movimento di oggi è stato tanto brusco, proprio perché si è temuto che si fosse all’inizio di una liquidazione di questo tipo – ed è stato improvvisamente chiaro che i market maker e gli altri partecipanti a questo mercato non sono in grado, a questi livelli e con i nuovi limiti alla detenzione di rischio di credito , di assorbire il colpo senza causare un innalzamento significativo dei premi al rischio.

In sintesi: per questa volta il danno è stato limitato, ma abbiamo avuto un assaggio di quello che ci attende in futuro – e non è stato per nulla rassicurante.

Annunci