Area Euro – Sorpresa, l’IFO tedesco migliora

La fiducia delle imprese tedesche è inaspettatamente aumentata in febbraio per il secondo mese consecutivo, riducendo ulteriormente le attese di taglio dei tassi da parte della Bce. L’Istituto IFO comunica che il proprio indice di clima di business, basato su un sondaggio condotto presso 7000 dirigenti, è aumentato dal 103,4 di gennaio a 104,1, contro attese per una flessione al livello di 102.9. La crescita tedesca potrebbe risollevarsi alla fine del primo trimestre, secondo alcuni analisti, rimuovendo lo scenario di recessione globale fin qui ipotizzato.

La misura delle condizioni correnti è salita a 110,3 da 107,9 mentre quella delle aspettative peggiora oltre le attese, a 98,2 dopo il modesto rimbalzo a 99 in gennaio. Le famiglie tedesche restano riluttanti ad aumentare la spesa, a causa della erosione di reddito disponibile causata dall’inflazione. La spesa dei consumatori si è contratta dello 0,8 per cento nel quarto trimestre rispetto al terzo, frenando la crescita del pil allo 0,3 per cento da 0,7 per cento, come reso noto oggi dall’Ufficio Federale di Statistica. A livello settoriale, la manifattura rallenta lievemente, ma resta consistente con una solida crescita della produzione industriale; prosegue il deterioramento nel settore delle costruzioni mentre la maggiore sorpresa viene dal commercio al dettaglio, il cui indice passa da meno 17,5 a più 1,3, suggerendo che la fiducia dei consumatori potrebbe essere prossima a recuperare. Ma la cautela su questa ultima considerazione resta d’obbligo, e lo stesso eventuale dato positivo delle vendite al dettaglio di gennaio (in pubblicazione venerdì) risentirà positivamente delll’effetto-confronto con il dato molto debole di gennaio 2007, su cui aveva impattato l’aumento di tre punti dell’Iva. Non si può neppure escludere che l’eventuale miglioramento delle vendite al dettaglio sia legato alla crescita delle retribuzioni nominali successiva ai rinnovi contrattuali.

L’Istituto IFO il 21 febbraio ha tagliato le proprie stime di crescita 2008 per la Germania da 1,8 a 1,6 per cento.

Annunci