Il dollaro veicolo di carry trade?

Secondo alcuni currency strategist il dollaro si troverebbe in un processo di re-rating, cioè di modifica strutturale del proprio ruolo sui mercati globali, non dissimile da quanto è accaduto e sta accadendo al mercato del credito. Addirittura alcuni ipotizzano che il dollaro possa diventare veicolo di finanziamento per i carry trades, vista la sua recente evoluzione a divisa a basso rendimento. L’ipotesi sarebbe suffragata dai nuovi minimi toccati dal cambio con il dollaro australiano e neozelandese, che restano divise ad alto (e crescente) rendimento.

Continua a leggere “Il dollaro veicolo di carry trade?”