Cosa sono i credit default swap

Un Credit Default Swap (CDS) è un contratto OTC (Over the Counter, scambiato cioè fuori dai mercati regolamentati) tra due controparti che ha come oggetto il rischio di credito di una data entità di riferimento. Il CDS è sostanzialmente una polizza assicurativa che protegge l’assicurato dalla perdita in conto capitale in caso di default di un emittente. Chi offre questa assicurazione viene detto venditore. Chi al contrario si assicura, tecnicamente compra protezione. Da qui la terminologia contro intuitiva che a volte può generare confusione. Per comprare rischio vendo di fatto protezione, mentre se voglio assumere una posizione difensiva, compro protezione.

Il “compratore” paga un premio periodico ( in genere trimestrale) per tutta la durata del contratto e in cambio è protetto dal rischio di default.
Se durante la durata del contratto infatti avviene un cosiddetto credit event ( tipicamente il default dell’emittente), chi ha venduto la protezione dovrà tenere immune l’assicurato dalle perdite in cui è incorso: quest’ultimo consegnerà il bond oggetto del contratto e il venditore di protezione a sua volta pagherà il valore pieno ( 100 ), facendosi carico del differenziale tra 100 e il valore di mercato corrente del bond in default.

Molto spesso si evita tutto l’iter del physical settlement e si scambia semplicemente il differenziale tra la parità e il valore del titolo sul secondario, il cosiddetto valore di realizzo, nel qual caso si parla di cash settlement. Quanto appena detto rappresenta una sintetica schematizzazione di un Credit Default Swap; in realtà molti passaggi necessitano ulteriori approfondimenti che proveremo man mano a fornire in questa sezione dedicata ai derivati di credito.

(Cliccare sull’immagine per ingrandire)

Annunci