Anche gli hedge piangono

Nel primo semestre di quest’anno gli hedge funds hanno fatto segnare la peggior performance in quasi due decenni, a causa della crisi creditizia e del bear market azionario. La flessione semestrale, pari allo 0,75 per cento, è stata realizzata quasi completamente nel mese di giugno, che ha fatto segnare un meno 0,7 per cento, secondo i dati pubblicati da Hedge Fund Research, la società di Chicago specializzata nelle statistiche sui rendimenti dei fondi alternativi. Si tratta del peggior risultato nel primo semestre dall’inizio delle rilevazioni di questa serie storica, nel 1990. Finora, l’industria degli hedge ha realizzato solo un anno di ritorni negativi, il 2002, con meno 1,45 per cento.

Sempre secondo HFR, il settore ha attratto 16,5 miliardi di dollari di sottoscrizioni nette nel primo trimestre di quest’anno, contro i 30,4 del quarto trimestre 2007, mentre si rileva la sempre minore tolleranza alle perdite da parte degli investitori, che hanno aumentato il turnover tra gestori piuttosto che uscire dall’industria dei fondi alternativi. In dettaglio gli hedge fund azionari sono scesi in media del 3,3 per cento quest’anno, mentre quelli che investono in obbligazioni convertibili hanno lasciato sul terreno il 7,6 per cento in media. Decisamente migliori le performance medie dei fondi che investono su temi macroeconomici, in progresso di circa il 13 per cento da inizio anno.

Annunci