HBOS, 3,6 miliardi invenduti

L’aumento di capitale di HBOS, grande banca anglo-scozzese con una notevole esposizione all’immobiliare, non è andato esattamente come previsto: soltanto il 10% circa è stato piazzato, lasciando alle banche del consorzio di garanzia la proprietà di circa 3,6 miliardi di sterline di azioni.

Nella migliore delle ipotesi, si tratta di uno spreco di capitali per le banche d’invesitmento; mentre ogni banca cerca di razionalizzare il proprio bliancio, un investimento non desiderato da finanziare nel medio termine, in attesa di poter rivendere le quote. Nella peggiore delle ipotesi, una perdita notevole per ognuna delle banche in questione: una serie di vendite porterebbe ad una corsa verso l’uscita dagli esiti sin troppo chiari.

In ogni caso, un segno della ridotta fiducia nei confronti del settore finanziario.

Annunci