Indici americani a rischio?

Il rapporto prezzo-utile dell’indice Standard&Poor’s 500 si è portato a poco meno di 26, massimo da dicembre 2003. Ciò significa che gli investitori stanno prezzando un forte recupero degli utili aziendali, circostanza che potrà avvenire solo a conclusione del rallentamento congiunturale americano e globale, evento che oggi appare piuttosto improbabile. E’ auspicabile che la visione espressa dagli investitori sia quella corretta, visto che l’ultima volta che il rapporto di P/E ha toccato questo livello, l’indice S&P500 ha successivamente “corretto” del 38 per cento.

Annunci