Stati Uniti – Vendite al dettaglio deboli in agosto

Le vendite al dettaglio statunitensi sono inaspettatamente diminuite in agosto. Il calo dello 0,3 per cento segue la flessione dello 0,5 per cento (rivista al ribasso dall’originario meno 0,1 per cento). Al netto delle auto la contrazione è dello 0,7 per cento, peggior risultato dell’anno. La spesa dei consumatori è debole a causa di uno sviluppo dei salari frenato dal cattivo andamento del mercato del lavoro, e che non ha tenuto il passo dell’inflazione, oltre che per il progressivo venir meno degli effetti del recente stimolo fiscale. Ulteriori effetti depressivi dei consumi vengono dalla crisi dell’immobiliare e del mercato azionario, indicando che anche il recente ridimensionamento dei prezzi dei carburanti potrebbe non essere sufficiente a rivitalizzare la spesa. Le stime di consenso ipotizzavano un aumento complessivo dello 0,2 per cento, ed una flessione dello 0,2 per cento al netto delle auto. Elettronica, materiali da costruzione, abbigliamernto e department stores hanno tutti visto flessioni nelle vendite. Anche i ricavi delle stazioni di servizio sono diminuiti, a seguito dal calo del prezzo della benzina. Al netto dei carburanti, le vendite al dettaglio sono rimaste invariate in aogsto, dopo il calo dello 0,6 per cento di luglio.

Nel mese di agosto i costruttori automobilistici hanno spinto gli incentivi per rivitalizzare la domanda, dopo che l’economia ha perso occupati per l’ottavo mese consecutivo ed il tasso d’inflazione ha raggiunto il 6,1 per cento. Le vendite dei concessionari di auto sono aumentate dell’1,9 per cento, primo incremento da gennaio e miglior risultato in un anno. General Motors, ad esempio, ha offerto a tutti i clienti le stesse condizioni praticate ai propri dipendenti, spingendo le vendite nella seconda metà del mese, e prolungherà gli incentivi nel mese di settembre oltre ad avere in corso da giugno, per alcuni modelli, finanziamenti a 72 mesi a tasso zero. Le vendite alle stazioni di servizio sono diminuite in agosto del 2,5 per cento. Il prezzo medio alla pompa di un gallone di benzina è diminuito da 4,04 a 3,76 dollari in agosto. Il calo dell’1,5 per cento delle vendite dei Department Stores è stato il maggiore da aprile 2007. Le vendite presso i non-store retailers, che riflettono le vendite online e da catalogo sono diminuite del 2,3 per cento, massimo da marzo 2007.

Escludendo auto, carburanti e materiali da costruzione, il gruppo di vendite al dettaglio utilizzato per calcolare il dato di spesa dei consumatori nell’ambito del pil (i dati dei gruppi mancanti provengono da altre fonti), le vendite sono calate dello 0,2 per cento. Secondo le stime di consenso, la spesa dei consumatori dovrebbe mostrare uno stallo nel terzo trimestre.

Annunci