Luci spente in Cina

Le statistiche cinesi sono spesso poco affidabili, ma il numero di indicatori che puntano ad una brusca decelerazione delal crescita stanno aumentando, sino a far temere ad alcuni un declino di lungo periodo sia per la nazione asiatica che per l’economia globale. Ancora più temiible del calo delle riserve valutarie è quello della produzione di energia elettrica: il calo del 9% in Novembre non è compatibile con una semplice decelerazione fisiologica della crescita, ma indicherebbe un vero e proprio crollo della produzione industriale ed il passaggio a tassi di crescita decisamente inferiori a quelli degli ultimi anni.
Buona parte della crescita cinese è reale, ma una frazione rilevante è sicuramente frutto della bolla speculativa derivante dalla politica monetaria americana e dal “dumping valutario” cinese implicito nello schema di “finanziamento alla vendita” macroeconomico sostenuto da una decina d’anni.

Continua a leggere “Luci spente in Cina”