Situazione del credito negli USA: quando una tragedia sembra una buona notizia

La Loan Officer Survey della Fed viene considerata “meglio delle aspettative”.  La situazione è talmente brutta che una riduzione della velocità di deterioramento della situazione viene presa come una buona notizia.

La Loan Officer Survey è il sondaggio mensile che la Fed conduce presso i responsabili delle politiche del credito delle banche commerciali USA, alle quali chiede dati quantitativi sui volumi di credito e poi una serie di dati qualitativi riguardo la direzione delle politiche di credito.

Il dato “non troppo negativo” è che soltanto il 75% delle banche pianificano di stringere ulteriormente i criteri per la concessione del credito. Il dato è un lieve miglioramento dalla survey precedente,  dove praticamente ogni banca aveva risposto ma vorrei far notare che si tratta di un rallentamento nella velocità di caduta; non si parla  neppure di una stabilizzazione. Un altro dato che getta una luce ancora più negativa è quello relativo alla domanda di credito delle aziende USA, un dato in netta contrazione. Si tratta di un dato che indica una debolezza generalizzata dell’economia, una scarsa fiducia in una ripresa immediata e nella possibilità di ottenere credito, oltre a rendere sospetto anche il mancato peggioramento dei parametri di credito: di fronte ad una domanda di credito in calo, le banche non sentono il bisogno di inasprire ulteriormente i termini dell’offerta.

Documento: FRB: Senior Loan Officer Opinion Survey: January 2009.

Annunci