Svizzera, fine di un’epoca

Giovedì 12 marzo la Banca Nazionale Svizzera ha tagliato i tassi d’interesse di riferimento di 25 punti-base, portando il corridoio-target sul Libor in franchi tra zero e 0,75 per cento, ed ha annunciato un piano per implementare un approccio di easing quantitativo alla politica monetaria. L’istituto di emissione elvetico ha affermato che la recente forza della valuta rappresentava una “inappropriata restrizione delle condizioni monetarie”, nel momento in cui si sta verificando un forte rallentamento dell’economia. Per questo motivo, la Banca Nazionale Svizzera ha deciso di acquistare valuta estera sul mercato dei cambi per impedire ogni ulteriore apprezzamento del franco rispetto all’euro. A pochi minuti dall’annuncio, il franco ha ceduto circa il 3 per cento contro euro.

Continua a leggere “Svizzera, fine di un’epoca”