La Voce del Padrone sui mercati

Se qualcuno si volesse chiedere perché i mercati americani sono scesi tanto brutalmente dopo il salto all’insù di ieri, la risposta è semplice: interferenza, pardon, intervento governativo. Ricordiamoci che la politica può dare come è prendere – e alla lunga, prende più di quanto concede.

Il motivo del gran balzo di ieri è ormai conosciuto : il regalino fatto ad alcuni privilegiati investitori da parte del ministero del Tesoro americano.  Il motivo del crollo  di ieri è invece  legato alle prospettive di introduzione di legislazione repressiva  nei confronti delle compagnie petrolifere e dell’imposizione di una carbon tax a livelli considerati punitivi.

La differenza è che l’effetto positivo  è durato soltanto qualche ora, mentre  la mazzata regolamentare e fiscale sul settore energetico rischia di essere duratura ed affossare uno dei pochi settori che ha retto alla crisi.

Annunci