Moody’s declassa il Giappone: e gli USA?

L’agenzia di rating Moody’s ha declassato il debito giapponese in divisa estera di due notch, da AAA ad Aa2. Preparazione per un downgrade degli USA o favore fatto all’amministrazione Obama?

Il Giappone ha pochissimo debito estero e quindi la mossa ha un impatto minimo dal punto di vista degli oneri per il Tesoro giapponese o per il suo impatto diretto sul mercato del reddito fisso; non si vedrebbe neppure  l’urgenza di un’azione del genere: le motivazioni addotte per il declassamento riguardano la pessima performance macroeconomica, i cambiamenti demografici e l’andamento del debito pubblico, ma esistono da anni e  sono sicuramente più acute in altri crediti tripla A (come gli USA). Ad essere maliziosi,  si potrebbe intravedere un favore fatto al governo, che si ritrova un potenziale concorrente in meno per il piazzamento di bond AAA in un momento in cui ha bisogno di emettere cifre colossali. Ad essere ancora più maliziosi, visi potrebbe leggere un segnale in codice per l’amministrazione Obama: i prossimi siete voi, quindi state attenti.

via Zero Hedge

Annunci