Mercati del credito al caffé – 29 giugno: Wind, Unicredit, Glaxo

Prima giornata in tono nettamente positivo da una settimana a questa parte, anche grazie al positivo tono del mercato azionario. La parziale riapertura del mercato primario è un altro segno di fiducia, con l’uscita del nuovo covered bond di Unicredit, di una Glaxo-Smithkline e la prestazione “ufficiale” del nuovo maxi-bond Wind.

Unicredit ha lanciato il suo primo covered bond con scadenza 2016 ad uno spread di 103 punti base sopra il tasso mid-swap. Come già riportato sulla stampa, si tratta di una tipologia di obbligazione che gode di una doppia garanzia: i flussi per il pagamento di interessi e capitale provengono da un portafoglio di mutui immobiliari e prestiti ad enti locali, chiaramente identificati. A questi si aggiunge la garanzia di Unicredit stessa, che si impegna a provvedere ai pagamenti nel caso le risorse provenienti dalle attività non fossero sufficienti. La domanda per il prodotto è stata forte ed ha portato ad una emissione di 2 miliardi di euro  e ad una riduzione dello spread offerto, a fronte di ordini per il doppio della disponibilità.

Il gigante farmaceutico Glaxo-Smithkline (GSK) ha lanciato un bond a 6 anni allo spread di 90 basis point (09%) sopra il tasso midswap, approfittando della forte domanda di carta societaria di qualità.

Grande attesa per la conference call di Wind SpA di oggi, dove verranno presentati i dettagli della maxi-emissione da 2.7 miliardi. Si prevedono tranche sia in dollari che in euro e la scadenza dovrebbe essere di otto anni, non richiamabile per i primi quattro. Le indiscrezioni parlano di uno spread intorno ad 850 punti base, ossia l’0tto e mezzo percento sopra al tasso swap, per una cedola abbondantemente a due cifre. Ricordiamo che Wind è una società operativamente solida, ma il cui merito di credito è ancora speculativo (B2/BB-/BB), solo lievemente peggiore di  Fiat) a causa dell’indebitamento conseguente al Leveraged buyout (LBO) a cui venne sottoposta dall’attuale proprietario, l’egiziano Sawiris Group. il mercato ha un’ottima opinione delle performance operative e del lavoro del management, ma rimane cauto a causa della proprietà: le altre società del gruppo Sawiris non navigano in buone acque e così sale il timore che si voglia impiegare Wind per aiutare le “consorelle” in difficoltà, in particolare la greca Hellas Telecommunications. Il bond dovrebbe uscire con covenant, ossia accordi parasociali, in grado di scongiurare tale eventualità.

Itraxx S11 Levels
Livello Var.ne da ieri
Main 116.75 -4.0
HiVol 230.5 -14.0
Crossover 731 -14.5

Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.

Nome Data/Ora Valore Var.ne Var.ne % Var.ne annua %
DOW JONES INDUS. AVG 26/06/2009 8438.39 -34.01 -0.40% -3.85%
S&P 500 INDEX 26/06/2009 918.9 -1.36 -0.15% 1.73%
NASDAQ COMPOSITE INDEX 26/06/2009 1838.22 8.68 0.47% 16.56%
MEXICO BOLSA INDEX 26/06/2009 24458.23 212.52 0.88% 9.29%
BRAZIL BOVESPA STOCK IDX 26/06/2009 51485.61 -29.2 -0.06% 37.11%
DJ EURO STOXX 50 = Pr 14.42.30 2423.24 33.33 1.39% -2.36%
FTSE 100 INDEX 14.42.30 4276.699 35.689 0.84% -4.36%
DAX INDEX 14.42.40 4844.629 68.159 1.43% -0.70%
FTSE MIB Index 14.42.30 19048.05 216.57 1.15% -3.23%
NIKKEI 225 09.00.17 9783.469 -93.921 -0.95% 10.43%
HANG SENG INDEX 10.01.30 18528.51 -71.75 -0.39% 28.89%
S&P/ASX 200 INDEX 08.47.03 3886.9 -16.9 -0.43% 4.42%
TAIWAN TAIEX INDEX 07.46.00 6391.15 -72.41 -1.12% 39.20%
BSE SENSEX 30 INDEX 12.28.08 14785.74 21.1 0.14% 53.53%
SHANGHAI SE COMPOSITE IX 09.15.05 2975.314 47.103 1.61% 62.52%
Annunci