Opel, la cinese Beijing Automotive più vicina ad un’offerta

Secondo DealBook (New York Times), la società cinese starebbe preparando un piano dettagliato per la presentazione di un’offerta formale per rilevare Opel.

Beijing Automotive, di proprietà del governo comunale di Pechino, è da anni il partner minoritario in una serie di joint-venture con partner esteri per la produzione di automobili in Cina, ma non ha mai sviluppato automobili per suo conto, preferendo concentrarsi sulla produzione per conto dei propri partner (Mercedes-Benz e Hyundai).

Sarà interessante vedere le reazioni dei sindacati tedeschi, che non hanno reagito positivamente alle prime indiscrezioni al riguardo: al confronto con un  compratore cinese, Fiat e il fondo di private equity Ripplewood cominciano sicuramente a sembrare meno sgradevoli.

Annunci