Mercati del credito, 18 Agosto 2009: China rules

Dopo un tentativo di ripresa, siamo tornati ai livelli di chiusura della giornata.Causa dell’altalena i dati contrastanti fra USA ed il resto del mondo.


Nonostante la pessima chiusura di Wall Street, infatti, il buon andamento della borsa cinese ed i dati incoraggianti provenienti dalla Germania avevano aiutato borse e credito nella mattinata. Il dato sui prezzi alla produzione e sulle nuove case hanno dissolto l’ottimismo.
Con sorprendente tempismo, l’Amministrazione ha annunciato l’estensione del programma TALF per altri sei mesi, permettendo ala Fed di acquistare sino a Giugno 2010 CMBS, ossia titli rappresentativi di mutui su immobili commerciali ed industriali.  Il commercial real estate , ossia gli immobili non residenziali,  si stanno avvitando in una crisi sempre più profonda che minaccia di nuovo la salute del sistema bancario; l’estensione del TALF, diretta ai CMBS che sono composti proprio da mutui su tale genere di immobili, appare come una mossa diretta a sostenere il mercato in attesa di tempi migliori.

Sul mercato del credito,  la debolezza sembra interessare sia i derivati che il comparto delle obbligazioni societarie vere e proprie.  L’assenza di flussi da investitori privati e l’incertezza sulle prospettive di nuove emissioni appena il mercato riaprirà i battenti a Settembre hanno tolto l’aureola d’invincibilità che sembrava avvolgere il comparto “cash” del mercato.

Itraxx S11 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 99.75 +0.5
HiVol 186.5 +1.5
Crossover 634 +2.0
Annunci