Mercati del credito 28 Agosto 2009 – China rules no more?

Apertura in tono positivo per il mercato del credito, nonostante il cattivo dato sulla disoccupazione giapponese  e la chiusura decisamente negativa della borsa di Shanghai. I volumi rimangono ridotti, sia nel comparto obbligazionario che in quello dei derivati.  Continuano le vendite su Telecom Italia,  in attesa di dettagli sul nuovo bond.

In Cina pesano i timori di un  irrigidimento negli standard per i prestiti. Secondo più fonti,  l’ordine da parte del governo centrale di fornire credito liberamente , impartito alle banche statali si sta rivelando pericoloso e potrebbe essere revocato. la maggior parte dei fondi messi a disposizione, infatti, non starebbe andando a finanziare investimenti produttivi, ma  gli acquisti speculativi sul mercato azionario.  Questo effetto si è rivelato utile alle aziende per reperire nuovo capitale di rischio,  ma implica di fatto che il governo stia ancora una volta fornendo un supporto artificiale al mercato, innescando l’ennesima bolla speculativa.

Itraxx S11 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 90.25 -1.8
HiVol 173 +0.0
Crossover 597.5 -4.0
Annunci