Cina – Il credito è vivo e lotta insieme a noi

Durante la notte, il paese più importante del mondo in termini di capacità di accendere il fiammifero della crescita economica (vera o sperata), la Cina, ha reso noto una serie di dati macroeconomici accolti dall’indice di Shanghai con il massimo delle ultime tre settimane. Di particolare rilievo il dato del credito bancario, ammontato in agosto a 410.4 miliardi di Yuan, circa 90 miliardi più del previsto. Nei primi 8 mesi di quest’anno il totale è stato di 8.100 miliardi, ben al di sopra dei 4.900 miliardi erogati nell’intero 2008, ma il ritmo di crescita del credito sta rallentando al crescere dell’attenzione del governo alla gestione del potenziale surriscaldamento. Anche la produzione industriale è aumentata oltre le stime, mentre le vendite al dettaglio e gli investimenti in immobilizzazioni sono stati circa in linea con il consenso. L’avanzo commerciale è stato superiore al previsto, ma sia le importazioni che le esportazioni sono scese più del consenso, circostanza che evidentemente non depone a favore di una rivitalizzazione del commercio globale.

Annunci