Stati Uniti – Rimbalzo delle vendite al dettaglio

Il dato delle vendite al dettaglio di agosto ha evidenziato un incremento mensile del 2,7 per cento, e dell’1,1 per cento al netto della componente auto, in entrambi i casi meglio delle stime di consenso. Su base annuale, siamo rispettivamente a meno 5,3 e meno 6,2 per cento al netto delle auto, grandezze nominali. L’andamento delle vendite fuori dai settori auto e carburanti è stato piuttosto robusto, con il più 1,6 per cento mensile del general merchandise, mentre l’elettronica fa segnare un più 1,1 per cento, alimentari e bevande a più 0.5 per cento. In calo le vendite di arredamento, a meno 1,6 per cento, e materiali da costruzione e attrezzature da giardino a meno 1,2 per cento.

In un altro dato relativo alle vendite al dettaglio, l’International Council of Shopping Centers riporta una variazione nulla si base settimanale ed un rialzo su base annua dell’1,6 per cento, mentre i dati sulle vendite al dettaglio del Johnson Redbook continuano ad uscire molto deboli, a meno 1,9 per cento settimanale, pur provenendo da variazioni recenti a meno 4 per cento.

Tra gli altri dati della giornata, l’indice dei prezzi alla produzione è balzato in agosto dell’1,7 per cento sul mese precedente, soprattutto per effetto di un aumento mensile del 23 per cento nei prezzi della benzina. La variazione annuale è del 4,3 per cento.

L’indice Empire State Manufacturing continua a mostrare una ripresa nel settore della manifattura, ed in agosto fa segnare un livello di 18,88 punti, 4 oltre le stime di consenso e 7 in più del mese precedente. Balzo della componente riferita ai nuovi ordini, con più 6,5 punti, che segnala attività in espansione nei prossimi mesi.

Annunci