Mercati del credito, 29 Settembre 2009. Debolezza mascherata, Edison, Renault

Giornata relativamente debole, nonostante il lieve miglioramento negli indici. Le obbligazioni societarie  ed i CDS singoli nomi, infatti, continuano a vedere offerta superiore alla domanda e crescono i dubbi sulla resistenza del trend.

Un mercato dove gli indici performano meglio dei loro componenti in prossimità di una scadenza di bilancio è solitamente un mercato dove i maggiori investitori cercano di mantenere un certo ordine e di guadagnare tempo, per raigoni cosmetiche.  Per tutta la giornata i compratori di obbligazioni corporate non hanno avuto difficoltà a trovare carta anche a livelli più vicini ai prezzi in denaro che alle offerte ufficiali, un segnale che i magazzini dei market-maker cominciano ad essere pieni. Anche il mercato primario sta dando segnali di debolezza: la nuova emisisone Renault uscita oggi quota al di sotto del prezzo  di emissione. Sul fronte delle aziende italiane, si segnala il peggioramento dell’outlook creditizio da parte di Standard & Poors.

Itraxx S12 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 84.75 -0.5
HiVol 153.5 +1.0
Crossover 564.5 -5.0
Quotazioni del CDS a 5 anni di alcuni emittenti italiani
bps (0,01%) all’anno
Acea 80/110
AEM 94/104
Atlantia 57/62
CIR SpA 405/430
Edison 86/89
Enel 99/103
ENI 50/53
Fiat SpA 360/370
Terna 65/90
Telecom Italia 141/145
FIAT 360/370
Annunci