Mercati del credito 10 Febbraio 2010 – euforia da salvataggio

Mercati del credito in forte rialzo dopo le voci di un piano tedesco per il salvataggio della Grecia.

A mercati  quasi chiusi sono emerse voci di un piano per fornire una garanzia sul debito ellenico da parte della Repubblica Federale tedesca. Non vi sono ancora notizie ufficiali,  mentre un portavoce del governo di Berlino ha smentito la presenza di un piano ufficiale, ma è ormai chiaro come la prospettiva di un salvataggio in grande stile sia ormai all’orizzonte. Oltre alla necessità di risparmiare all’area euro il test del fallimento di uno stato sovrano. A questo si aggiunge la preoccupazione per le possibili perdite per le banche tedesche  in caso di un default: la sola esposizione per il finanziamento del commercio è di circa 33 miliardi di dollari, a cui si aggiungerebbe l’esposizione delle banche statali (Landesbanken). Le banche a partecipazione statale avrebbero acquistato ingenti quantitativi di titoli di Stato greci ed avrebbero venduto protezione sul CDS della Grecia per miliardi di euro, ribadendo la propria reputazione per pessimi investimenti ad alto rischio già emersa durante la crisi dei subprime. Ancora nessuna notizia dal governo francese: le banche transalpine sono ancora più esposte di quelle tedesche (si parla di 47 miliardi), ma Parigi sembra intenzionata per ora a fare come sempre: lasciar pagare il conto  a Berlino, limitandosi alla retorica.

Itraxx S12 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 88 -5.8
HiVol 126.5 -10.0
Crossover 465 -30.0
Annunci