Dopo la tempesta. E prima della prossima

Dopo aver vissuto un paio di giorni prigionieri della paura e delle tensioni che arrivavano dal mondo dei governativi, sul mercato del credito è tornata ieri un po’ di tranquillità. L’indice sintetico Itraxx Xover è tornato sotto il livello di 450 mentre il Main è rientrato a quota 90 dopo una pericolosa escursione vicino alla soglia dei 100 punti base.

Continua a leggere “Dopo la tempesta. E prima della prossima”

Ulisse sui mercati

Nonostante un buon recupero, la curva sulla Grecia rimane invertita sia sul cash sia sui CDS, anche se lievemente più piatta di quanto non fosse ieri e l’altro ieri.

Tre volte il fé girar con tutte l’acque;
a la quarta levar la poppa in suso
e la prora ire in giù, com’altrui piacque

Come ci ricorda Dante con le parole senza tempo di Ulisse, più di una volta negli ultimi mesi il debito greco era stato sotto i riflettori e aveva dato segni di sofferenza (“Tre volte il fé girar con tutte l’acque“) ; quest’ultimo giro tuttavia è stato talmente violento da ingenerare la dinamica tipica dei bond distressed, dove si smette di guardare al tasso ma si ragiona in termini di prezzo, temendo per il default imminente.

Continua a leggere “Ulisse sui mercati”

La settimana, 16/2010

Settimana di drammatica accelerazione per la crisi greca: nella giornata di giovedì 22 aprile Eurostat ha pubblicato le proprie stime aggiornate di finanza pubblica per i paesi dell’Unione europea. La previsione per il 2010 è di un forte deterioramento dei conti pubblici in alcuni paesi: il rapporto deficit-Pil dell’Irlanda salirà al 14,3 per cento, quello del Regno Unito all’11,5, quello della Spagna all’11,2, il Portogallo al 9,3 per cento. Eurostat non solo ha rivisto al rialzo di quasi un punto il quoziente per la Grecia, portandolo dal 12,7 al 13,6 per cento del Pil, ma soprattutto ha espresso riserve sulla qualità dei dati greci, per la scarsa o nulla trasparenza dei criteri di contabilizzazione di alcune poste di debito.

Continua a leggere “La settimana, 16/2010”

Il destino di Goldman

Venerdì 16 aprile la SEC ha aperto una procedura civile contro Goldman Sachs ed uno dei suoi vice presidenti, Fabrice Tourre, per frode ai danni degli investitori per non aver svelato informazioni fondamentali riguardo un prodotto finanziario legato a mutui subprime, nel momento in cui il mercato immobiliare americano iniziava a deteriorarsi visibilmente. Il titolo Goldman ha accusato una forte contrazione, trascinando al ribasso i mercati azionari.

Continua a leggere “Il destino di Goldman”

Mercati del credito 19 Aprile 2010 – Goldman Blues

Prosegue la debolezza innnescata dal caso Goldman. Anche se le conseguenze pecuniarie saranno ridotte, lo scandalo potrebbe essre il pretesto ideale per una una riforma della regolamentazione finanziaria negli USA molto meno favorevole alle grandi banche di quanto stimato in precedenza.

Continua a leggere “Mercati del credito 19 Aprile 2010 – Goldman Blues”

La settimana, 15/2010

Ennesima puntata della crisi greca. Dopo l’accordo a livello di Eurozona di domenica scorsa (fino a 45 miliardi di euro per il primo anno, di cui 30 dalla Ue, al tasso del 5 per cento), e dopo l’apparente normalizzazione dei mercati in corrispondenza dell’asta di t-bill greci a 26 e 52 settimane, la ricomparsa di distinguo e ostilità manifesta al piano di salvataggio (soprattutto in Germania) ha causato nuove pesanti vendite dei titoli di stato greci, che hanno rapidamente riportato i differnziali di rendimento contro la Germania in prossimità dei massimi degli ultimi 11 anni.

Continua a leggere “La settimana, 15/2010”

Mercati del credito, 14 Aprile 2010: Stockzilla contro la Gorgone

Mattinata contrastata sui mercati del credito:  da un lato, i titoli greci non riescono a  mantenere i guadagni messi a segno sull’onda delle dichiarazioni europee. Dall’altro, il mercato azionario e l’ampia liquidità funzionano da valido supporto per obbligazioni societarie e CDS su singoli nomi.

Continua a leggere “Mercati del credito, 14 Aprile 2010: Stockzilla contro la Gorgone”