Calma e Atlantia – Mercati del credito al caffè, 7 Luglio 2010

Mercati del credito poco mossi, complice il clima estivo e l’assenza di spunti direzionali. Per quanto riguarda i nomi italiani, si segnala l’effetto-contagio delle vicende di Abertis su Atlantia.

La società autostradale spagnola è oggetto di un progetto di leveraged buyout da parte del fondo di private equity CVC. Atlantia, controllata dalla famiglia Benetton, è stata in più di un’occaiosne vicina alla fusione con la società iberica, che detiene ancora il 6.99% di Atlantia, facendone il terzo azionista. Altro elemento peculiare è il coinvolgimento di Mediobanca nell’operazione spagnola: la banca d’affari italiana ha un forte ruolo nell’advisory ed è la capofila del sindacato di banche che si prepara a prestare 8 miliardi per concludere l’operazione. Un’operazione di questo genere peggiorerebbe nettamente il merito di credito di Abertis ed il mercato ha reagito facendo perdere quasi 10 punti percentuali al valore di mercato delle obbligazioni Abertis. Il rischio che Atlantia venga coinvolta in qualche modo e la pressione sull’intero settore delle strade a pedaggio stanno pesando anche sulla società italiana, che ha visto il differenziale sugli swap crescere di oltre 10bp ed il CDS allargare di trenta.

Itraxx S13 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 125.5 +0.8
HiVol 186 +0.5
Crossover 569 +7.0
Annunci