Gioie borsistiche, emissioni UBS ed Intesa – mercati del credito al caffè, 8 Luglio

Apertura positiva per i mercati del credito, trainati dalle speranze sugli stress test bancari e dall’ottima chiusura di Wall Street. Alcune grandi banche, fra cui UBS ed Intesa, stanno approfittando di questo momento positivo per emettere,  raccogliendo fondi.

La prima comunicazione ufficiale riguardo alle modalità degli stress test sulle banche europee è tutt’altro che completa, ma sembra che  sarà più severa rispetto ai timori della vigilia e quindi più credibile nello stabilire quali banche siano effettivamente solide.  Verranno incluse le prime 91 banche europee e, almeno in parte, si terrà conto del rischio di ampie svalutazioni sui portafogli titoli di Stato detenuti dalle banche. In precedenza,  voci  tedesche sostenevano che il numero di banche sottoposto a test sarebbe stato minore e che, soprattutto, non si sarebbero prese in considerazione ipotesi di fallimento o svalutazione per i titoli di stato dell’eurozona. Visto che il rischio maggiore per una banca, di questi tempi, è proprio il default o la ristrutturazione del debito sovrano di una nazione europea, uno stress test che non prendesse in considerazione questo rischio sarebbe stato percepito come una farsa. Al momento,  sembra che  sarà semplicemente molto ottimistico.

Sul mercato del credito vero e proprio , si segnala il lancio di due emissioni bancarie: una quinquennale  da parte della svizzera UBS  ed un decennale subordinato di IntesaSanpaolo (si parla di un differenziale di circa . Prosegue il trend delineatosi negli ultimi mesi, dove ogni rally dei corsi viene immediatamente impiegato dagli emittenti per raccogliere fondi.

Itraxx S13 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 120.5 -2.8
HiVol 180 -3.0
Crossover 546 -12.0

Alcuni CDS su nazioni sovrane

PORTUGAL  265/275  -17
ITALY     162/168  -9
GREECE    815/845  -35
SPAIN     228/234  -13
IRELAND   238/246  -12
UK         70/73   -3
BELGIUM   116/122  -11
FRANCE     82/85   -3
AUSTRIA    85/88   -4

Quotazioni del CDS a 5 anni di alcuni emittenti italiani
bps (0,01%) all’anno
Acea 105/115
AEM 93/101
Atlantia 109/119
CIR SpA 560/590
Edison 100/110
Enel 207/217
ENI 90/95
Fiat SpA 455/465
Terna 72/82
Telecom Italia 255/260
FIAT 455/465
Annunci