Forza Grecia – Mercati del credito al caffé, 13 luglio 2010

Mercati del credito in ripresa, dopo un avvio di giornata debole dovuto ai risultati aziendali non abbastanza al di sopra delle attese da supportare le valutazioni attuali.  Il cambiamento di tono è dovuto soprattutto alla buona performance dei titoli di stato periferici, grazie all’asta del BOT greco a 26 settimane e nonostante il declassamento del Portogallo da parte di Fitch.

Il risultato dell’asta non era, tuttavia, del tutto inatteso: per i prossimi 18 mesi, il Tesoro Greco gode infatti delle linee di credito concesse da IMF e dai governi dell’UE e di conseguenza i BoT a 6 mesi sono certamente un investimento sicuro, tanto da avere attirato anche richiesta da investitori non domestici.

I volumi rimangono estremamente bassi, senza fornire per ora conferme al rally.

Itraxx S13 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 115.5 -1.5
HiVol 171 -4.0
Crossover 525.5 -9.5

Sovereign CDS

Greece         790/830
Portugal       280/290
Spain          211/216
Ireland        230/245
Italy          170/180
Belgium        108/118
Germany        38/42
Denmark        36/41
Finland        28/33
France         79/84
Netherlands    45/49
Norway         23/27
Austria        80/85
Sweden         37/42
UK             69/72
USA            35/39

Quotazioni del CDS a 5 anni di alcuni emittenti italiani
bps (0,01%) all’anno
Acea 110/120
AEM 99/107
Atlantia 110/120
CIR SpA 540/570
Edison 104/114
Enel 198/208
ENI 83/88
Fiat SpA 430/440
Terna 72/82
Telecom Italia 238/243
FIAT 430/440

CDS di Banche italiane
Ticker Sen
BPIM 195/215
ISPIM 111/121
MONTE 138/148
UCGIM 135/145

Annunci