La settimana, 28/2010

La settimana, iniziata con ulteriori recuperi delle quotazioni azionarie, si è conclusa con un forte arretramento, soprattutto dei listini americani, nella giornata di venerdì. Alla base di questo risultato vi è soprattutto la delusione per i dati di bilancio del secondo semestre riportati da alcune grandi compagnie, come General Electric (da sempre considerata una proxy dell’economia statunitense e globale), che non sono riuscite a battere le stime di consenso riguardo la crescita del fatturato, vista ormai come un fondamentale indicatore della esistenza stessa della ripresa.

Continua a leggere “La settimana, 28/2010”

Annunci

Prestiti della BCE: male la Spagna, meno bene del previsto gli altri

I dati sui prestiti della BCE verso le banche del sistema bancario europeo danno poco spazio all’ottimismo.  Nel mese di giugno le banche spagnole hanno aumentato  del 48%  i debiti verso la Banca Centrale, un segnale di ulteriore stress del sistema  iberico e della sua difficoltà a reperire fondi. Le banche nel resto dell’area euro continuano a “tirare ” linee per quasi 500 miliardi, vicino ai massimi storici. L’ottimismo sembra tornato sul mercato azionario, ma quello interbancario segnala ancora forti stress.

Forza Grecia – Mercati del credito al caffé, 13 luglio 2010

Mercati del credito in ripresa, dopo un avvio di giornata debole dovuto ai risultati aziendali non abbastanza al di sopra delle attese da supportare le valutazioni attuali.  Il cambiamento di tono è dovuto soprattutto alla buona performance dei titoli di stato periferici, grazie all’asta del BOT greco a 26 settimane e nonostante il declassamento del Portogallo da parte di Fitch.

Continua a leggere “Forza Grecia – Mercati del credito al caffé, 13 luglio 2010”

La settimana, 27/2010

Settimana di ampi recuperi per i mercati azionari, dell’ordine del 5 per cento, che riportano gli oscillatori tecnici di breve periodo in posizione neutrale, dopo i pessimi risultati del secondo trimestre, con ripiegamenti dell’ordine del 15-20 per cento sui principali mercati. Tra i catalizzatori del rally, l’annuncio dell’asset manager e banca depositaria statunitense State Street, che il 7 luglio ha preannunciato utili del secondo trimestre superiori alle stime di consenso, trainando al rialzo l’intero settore bancario.

Continua a leggere “La settimana, 27/2010”

Segnali fondamentali contrastanti

Il Baltic Dry index è l’indice dell’andamento dei noli, ossia dei prezzi pagati per il trasporto delle merci via mare. E’  storicamente è stato uno dei segnali premonitori del grande crollo e, soprattutto, un indicatore sintetico molto efficace dell’andamento del commercio internazionale: una diminuzione delle esportazioni dall’Asia si riflette immediatamente sulle quotazioni dei prezzi per il trasporto merci.

Continua a leggere “Segnali fondamentali contrastanti”

Gioie borsistiche, emissioni UBS ed Intesa – mercati del credito al caffè, 8 Luglio

Apertura positiva per i mercati del credito, trainati dalle speranze sugli stress test bancari e dall’ottima chiusura di Wall Street. Alcune grandi banche, fra cui UBS ed Intesa, stanno approfittando di questo momento positivo per emettere,  raccogliendo fondi.

Continua a leggere “Gioie borsistiche, emissioni UBS ed Intesa – mercati del credito al caffè, 8 Luglio”