Monoline – notizie dal fronte

La caduta delle assicurazioni monoline si sta avvicinando pericolosamente allo stadio finale: l’uscita dall’ambito finanziario e l’approdo alle aule di Tribunale. Nelle ultime notizie, a farla da padrone non sono più gli equilibri di bilancio, ma gli accordi straordinari di rinegoziazione dlele polizze, all’ombra di velate minacce da paerte delle autorità di vigilanza . Non si vuole chiamarlo default o ristrutturazione, ma ci siamo.

Continua a leggere “Monoline – notizie dal fronte”

Just another manic Tuesday

Ennesimo record negativo rapidamente demolito dai mercati del credito. Gli indici Itraxx Main e Levx, che riguardano rispettivamente l’universo dei titoli investment grade e quello dei prestiti sindacati, hanno fatto segnare nuovi minimi in termini di prezzo e massimi in termini di rendimento. L’aspetto peggiore è che tutto questo sia avvenuto a Borse positive e senza notizie specifiche dal mondo del credito.

Continua a leggere “Just another manic Tuesday”

Altri capitomboli

Un altro fondo “quasi” di mercato monetario è stato downgradato da Moody’s, da AAA a Ba – da sicurissimo a quasi pessimo, in una notte. Il fondo in questione, che si definiva “cash-enhanced”, ossia di gesitone “potenziata” della liquidità, ha perso il 50% del proprio valore in poche settimane. Ormai a stupire non è neppure più il comportamento delle agenzie di rating, oppure la totale inadeguatezza di certe definizioni.

Toxic waste morning update

Una buona notizia, due brutte voci sul mercato: Barclays ha annunciato svalutazioni per 1,2 miliardi di sterline, meglio del previsto. UBS potrebbe invece dover svalutare fino a 8 miliardi di franchi svizzeri mentre, in caso di ulteriori liquidazioni forzate di CDO, Citigroup rischia di dover svalutare oltre le proprie previsioni, che già oscillavano fra gli 8 e gli 11 miliardi di dollari. Nel frattempo, la divisione mutui di GM è stata messa sotto osservazione da Fitch.
Continua a leggere “Toxic waste morning update”