Mercati del credito 6 Maggio: voci di declassamento d’Italia, speranze tradite dalla BCE

Un’altra giornata di panico sui mercati, dove la crisi greca sta portando investitori e banche a  ridurre rischio su tutte le attività rischiose in previsione di nuovi tempi duri per le valutazioni. Un rumour su un possibile declassamento italiano è stato smentito da Standard& Poor’s , che ha ricordato come l’Italia non sia sotto revisione del rating.

Continua a leggere “Mercati del credito 6 Maggio: voci di declassamento d’Italia, speranze tradite dalla BCE”

Annunci

Mercati del credito 19 Aprile 2010 – Goldman Blues

Prosegue la debolezza innnescata dal caso Goldman. Anche se le conseguenze pecuniarie saranno ridotte, lo scandalo potrebbe essre il pretesto ideale per una una riforma della regolamentazione finanziaria negli USA molto meno favorevole alle grandi banche di quanto stimato in precedenza.

Continua a leggere “Mercati del credito 19 Aprile 2010 – Goldman Blues”

Mercati del credito, 9 Febbraio 2010: nervosismo mediterraneo

Ancora nervosismo sul mercato, con indici volatili e obbligazioni societarie dei paesi dell’area mediterranea ancora sotto pressione, anche se i CDS sui nomi sovrani dell’area sono in netto miglioramento da ieri. Il Portogallo ha annunciato i piani per una nuova emissione.

Continua a leggere “Mercati del credito, 9 Febbraio 2010: nervosismo mediterraneo”

Mercati del Credito, 5 Febbraio: panico organizzato

Dopo un’apertura drammatica, i mercati del credito mostrano una qualche stabilità vicino ai minimi.

L’apertura di oggi è stata sicuramente la peggiore da alcuni mesi: la pessima chiusura di Wall Street, la débacle dei mercati asiatici e il persistere dei problemi di bilancio in Europa hanno causato un’ondata di acquisti di protezione e di vendite di titoli che ha portato l’indice Main a 93 e il Sovx a 108, rispettivamente il massimo assoluto di sempre per i CDs sovrani e il massimo dal settembre scorso per l’indice corporate. Un’ondata di prese di profitto ha poi riportato gli indici a livelli più razionali, ma permane la debolezza sia sui titoli che sui derivati. Un segnale incoraggiante è dato dal riapparire di alcuni timidi compratori fra gli investitori istituzionali più orientati al medio-lungo termine.

Itraxx S12 Levels Nota: Gli indici di credito sono quotati in spread (rendimento), come i tassi d’interesse. Un segno negativo equivale ad un miglioramento delle valutazioni del mercato, equivalente ad una salita degli indici di Borsa. Un cambiamento positivo è un segnale di peggioramento delle condizioni, equivalente al calo di un indice di Borsa.
Livello Var.ne da ieri
Main 90.75 +3.8
HiVol 134 +11.0
Crossover 488 +15.0

Mercati del credito – apertura 23 Ottobre 2009. Euforia da annunci

Dopo una giornata in territorio negativo, gli indici di credito hanno seguito il mercato azionario nella corsa euforica  durant el’orario di contrattaizone di Wall Street. Gli investitori sono chiaramente concentrati sulle sorprese positive che arrivano dal fronte dei risultati societari, trascurando quanto le aspettative fossero state guidate al ribasso.

Continua a leggere “Mercati del credito – apertura 23 Ottobre 2009. Euforia da annunci”